martedì 3 luglio 2012

La Puglia tutela le sue eccellenze agroalimentari con il marchio "Prodotti di Qualita' Puglia"


Dalle ciliegie all'uva da tavola, dal vino alle mozzarelle: tutto sotto l'egida della P maiuscola del nuovo logo: "Prodotti di Puglia" diventa "Prodotti di Qualità di Puglia", marchio di qualità con indicazione di origine, con tanto di nuovo regolamento. E' stata l’ultima riunione di Giunta a varare il provvedimento ed ora è in attesa del placet della UE, dopo aver dissuaso le multinazionali a fare le barricate, temendo la concorrenza. Gli obiettivi? Valorizzare i prodotti agricoli e alimentari; informare i consumatori sulle caratteristiche qualitative dei prodotti e dei servizi contrassegnati dal marchio; promuovere e sostenere il marketing commerciale e la vendita di tali prodotti.  A potersi fregiare del nuovo logo saranno: i prodotti DOP e IGP; quelli agricoli e alimentari che partecipano ai sistemi di qualità alimentare (per i quali sono definite schede tecniche che prevedono criteri e norme rigorose tali da garantire una qualità del prodotto superiore alle norme commerciali correnti e a quelle generali istituite dalla legislazione europea o nazionale) e i servizi di ristorazione per la somministrazione dei prodotti a marchio "Prodotti di Qualità Puglia".  La campagna di adesioni parte dal mese prossimo e "dovrà portare entro la fine dell'anno ad una forte e rappresentativa adesione delle imprese agroalimentari al Marchio Prodotti di Qualità Puglia", come dichiarato da Dario Stefàno, assessore alle Politiche Agricole e Forestali. Il riconoscimento del marchio "Prodotti di Qualità di Puglia" consente di modificare il Programma di Sviluppo Rurale della Puglia, prevedendo l'estensione degli aiuti previsti in precedenza solo per le DOP, IGP e Biologico anche ai prodotti a Marchio, nel senso che i soggetti licenziatari dello stesso potranno, con l'approvazione da parte della Commissione Europea, partecipare ai benefici previsti dalle direttive comunitarie in quanto a costi di certificazione e attività di informazione e promozione.

Nessun commento:

Posta un commento